I vantaggi del Drone ad ala fissa Parrot Disco PRO AG rispetto al multirotore

Oggi l’agricoltura si muove tra droni e sensori, tra big data e irrigazioni programmate da remoto, consentendo ai professionisti e alle imprese agricole di accedere ad un mercato in evoluzione e in grande crescita, fatto di:

  • Innovazioni
  • Sperimentazioni

Le nuove tecnologie consentono ai professionisti di entrare in un nuovo mercato in forte evoluzione, aumentando le proprie competenze e il portfolio dei servizi offerti. Alle imprese le innovazioni consentono di ridurre i costi e aumentare la propria competitività e produttività. In questo scenario, la scelta delle tecnologie più efficaci è fondamentale.

In agricoltura di precisione la variabile tempo assume un ruolo determinante nella identificazione delle problematiche e nella immediata scelta degli interventi correttivi da adottare.

Come scegliere il drone più adatto per monitorare lo stato di salute delle colture?

Quali sono le variabili da considerare nella scelta del Drone? Sicuramente occorre tenere presente:

  • Ala fissa o multirotore
  • Estensione della zona
  • Tempi
  • Sensore e qualità del dato acquisito
  • Costi

Abbiamo identificato nel Parrot Disco PRO AG, probabilmente il prodotto migliore a parità di prezzo e prestazioni.

Il Parrot Disco PRO AG della nuova linea DRONI professional della casa francese è indubbiamente la riposta a queste esigenze.

Parrot Disco PRO AG

Il Disco Pro AG è il nuovo Drone ideato specificatamente per l’agricoltura di precisione dotato di Sensore Sequoia integrato. Vantaggio fondamentale del Sequoia è la possibilità di essere rimosso dal Drone e utilizzato per applicazioni da terra.

È il primo drone ad ala fissa che viene dichiarato innocuo, in quanto costruito interamente in polistirolo, con costi di gestione sostenibili, basti pensare che la sostituzione dell’ala costa poco più € 65.00.

L’ala fissa di Parrot consente di ricoprire un’estensione di 80 ettari in 45 minuti, con l’acquisizione di dati di elevata qualità grazie al sensore sequoia. Unico sensore sul mercato con funzione di correzione del dato rilevato, per le influenze dei raggi solari nelle diverse ore del giorno. Ad esempio, nell’acquisizione dello stato di vigore delle colture, l’ortofoto generata tiene conto dell’influenza dei raggi solari e li corregge. Questa caratteristica lo rende indispensabile nell’identificazione dell’indice NDVI di grandi superfici in quanto le operazioni richiedono un lasso di tempo che vede la variazione della posizione del sole.

L’ultimo punto di discussione, ma non in ordine di importanza sono i costi: il Disco PRO AG con Sequoia integrata costa poco più del sensore da solo, che è quotato a € 3.200.00.

Sul piano operativo, grazie all’APP Pix4DCapture, la programmazione e l’espletamento del volo si fanno con un semplice click in modo del tutto automatico.

Scopri il Parrot Disco Pro AG

Potrebbe interessarti:

Presentazione Parrot Disco Pro AG: Analist Group Avellino

Fotosintesi clorofilliana: il principio fisico alla base dell’indice NDVI

 

Articoli correlati