La nuova procedura per individuare gli hot spot nei pannelli fotovoltaici

L’ispezione termografica di campi fotovoltaici è fondamentale per analizzare il corretto funzionamento dei pannelli per l’individuazione di hot spot, anomalie, che compromettono l’efficienza di tutto il campo fotovoltaico. Quando si deve ispezionare un vasto campo FV si può utilizzare il Drone munito di termocamera. In questo modo, tempestivamente si individuano hot spot che possono causare anche l’incendio della cella, compromettendo il funzionamento del pannello e generando criticità all’intero impianto FV. La nuova funzionalità di Analist CLOUD 2019 nasce proprio dalla necessità dell’utente di ispezionare e individuare in un campo fotovoltaico, i pannelli che presentano anomalie o malfunzionamenti, gli hot spot, per programmare e procedere rapidamente a manutenzioni o sostituzione. Analist INFRAPRO fornisce una reportistica che documenta le anomalie individuate nel campo FV.

Guarda INFRAPRO in azione:

Flusso di lavoro con Analist INFRAPRO

I dati termografici acquisiti con il volo del drone munito di termocamera, vengono elaborati con Pix4Dmapper che genera la Mappa di Riflettanza contenente tutte le informazioni termiche dell’area ispezionata. In tale mappa saranno chiaramente visibili le zone più calde (hot spot) caratterizzate da una colorazione che tende al bianco, mentre le zone più fredde appariranno molto più scure. Analist INFRAPRO importa la mappa di riflettanza e produce un report dettagliato dove è riportato l’elenco di tutte le criticità rilevate, identificandone la posizione nel campo fotovoltaico.

Istruzioni operative

Caricamento della mappa di riflettanza

La Mappa di Riflettanza si presenta come una immagine con estensione tif. E’ un’ortofoto generata da Pix4D a valle dell’elaborazione delle foto del rilievo termografico.

INFRAPRO-2019-01

Per Caricare la Mappa di Riflettanza in INFRAPRO, dalla Palette di Analist Project esplodere il nodo “InfraPro” e doppio click su “Load IR Reflectance”,  selezionare il file tif che si vuole importare e cliccare OK.

Individuazione e identificazione degli Hot Spot

Dopo aver caricato l’immagine tif, possiamo iniziare a rilevare le temperature dove si individuano delle anomalie (Hot Spot) nel campo fotovoltaico.

INFRAPRO-2019-02

Per far ciò, nel menù “InfraPro” doppio click su “Sample IR Reflectance”, si aprirà una finestra.

comando Semple IR-Infrapro

Click sul bottone “Sample” e si attiverà l’editor che chiede come prima azione di selezionare il punto dove è presente l’anomalia.

Infrapro-comando1

Selezionato il punto vanno inserite le informazioni per identificare l’anomalia e identifichiamo la zona e poi selezioniamo la riga e la colonna.

Infrapro-comando2

Infrapro riga1

Infrapro riga2

Infine la Posizione, ovvero in quale fila di pannelli è presente l’anomalia (esempio A o B).

Infrapro posizione

Individuato dove è posizionata l’anomalia, sull’immagine viene stampata la temperatura rilevata e tutte le informazioni ricapitolate nella finestra, queste possono essere completate con il codice identificativo del campo fotovoltaico, il codice del volo e la data.

comando Semple IR-Reflectance

E’ possibile anche rilevare la temperatura media e il livello di anomalia del pannello classificando la temperatura. Click sul bottone “Classify” e tracciare un rettangolo che delimita il pannello.

temperatura-infrapro

Il sistema calcolerà la Temperatura Media nel pannello, il Delta tra temperatura media e temperatura anomalia e il livello di anomalia.

comando Semple IR-Reflectance2

Con il tasto “OK” si procede a salvare l’hot spot che verrà successivamente riportato nel Report.

Produzione del Report

Dopo aver identificato tutti gli Hot Spot nel campo possiamo procedere a creare il report. Nel menù InfraPro doppio click su “Create IR Reflectance Report”.

INFRAPRO-2019-03

Esempio di Report

Infrapro-report.jpg

 

Articoli correlati