Quali sono le novità per la fatturazione elettronica per i benzinai?

Il governo ha approvato il Decreto Legge che conferma la proroga al 1° gennaio 2019 dell’obbligo di fatturazione elettronica per i benzinai nei confronti dei soggetti titolari di partita IVA.

Rimane l’obbligo a partire dal 1° luglio 2018 solo per prestazioni dei subappaltatori della filiera delle imprese nei confronti dell’appaltatore principale nel campo degli appalti pubblici, nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi o forniture concluso con un’amministrazione pubblica.

 

Fatturazione elettronica: gli obblighi dal 1° settembre 2018

Resta fissato al 1° settembre 2018 l’obbligo di emissione elettronica delle fatture per il tax free shopping, che rappresenta un’agevolazione riservata ai residenti al di fuori della Comunità Europea, per richiedere il rimborso dell’iva pagata sugli acquisti di beni di consumo effettuati in Italia. L’obbligo di fatturazione elettronica scatta per importi superiore i 155 euro.

 

Fatturazione elettronica tra privati: obbligo dal 1° gennaio 2019

Nell’ambito dei rapporti tra privati, relativamente alle cessioni di beni e alle prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti nel territorio italiano e muniti di Partita Iva, è prevista esclusivamente l’emissione di fatture elettroniche attraverso il Sistema di Interscambio, a partire dal 1° gennaio 2019. Il meccanismo della fatturazione elettronica B2B (business to business) funzionerà attraverso la veicolazione delle fatture tramite il Sistema di Interscambio, gestito dall’Agenzia delle entrate, utilizzando il formato XML già definito per la Pubblica Amministrazione. In tempo reale dall’Agenzia delle Entrate potrà effettuare i controlli sulla corrispondenza tra l’IVA dichiarata e pagata e le fatture emesse e ricevute. La fattura elettronica non può comunque essere utilizzata per la cessione di beni e le prestazioni di servizi effettuati e ricevuti verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato.

Gli operatori economici possono avvalersi di intermediari per la trasmissione delle fatture elettroniche al Sistema di Interscambio, ferme restando le responsabilità del soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione del servizio.

Scopri come fare la Fattura Elettronica B2B con PreVedo

Il programma PreVedo ti permette di compilare la fattura elettronica verso la Pubblica Amministrazione e le fatture B2B in pochi minuti. Il programma tramite un’interfaccia user friendly permette di emettere una fattura in pochi passaggi, la fattura così creata può essere trasformata con un solo clic in elettronica. Prevedo ti permette di eseguire la conservazione in house, in questo modo il tecnico conserva le fatture nel proprio studio, infatti, PreVedo crea la cartella contenete il pacchetto della conservazione  e  il manuale della conservazione conforme alle attuali disposizioni normative.

 

 

Articoli correlati