Da Acuto a Serrone: il vitigno di tradizione incontra l’innovazione

Il prossimo 25 luglio 2018 la tradizione viticola Cesanese incontra l’innovazione tecnologica nell’evento Droni: Speciale Agricoltura. Patrocinato dal comune di Paliano con la gradita partecipazione delle numerose associazioni territoriali capeggiate da “Le Strade del vino Cesanese” la giornata all’insegna dell’utilizzo dell’innovazione a servizio del comparto agro-alimentare vede il vino e i prodotti tipici locali del frusinate fare da protagonisti.

Strada_del_vino_del_cesanese

 

Le “Strade del Vino Cesanese” è un insieme di itinerari che si snodano nell’Alta Ciociaria tra le province di Roma e Frosinone, dedicati ai temi della vite, del vino e dei prodotti tipici della zona. La Strada si snoda in un paesaggio verdeggiante, tra colline e monti dai profili morbidi e a tratti rocciosi. I vigneti dominano il paesaggio, ma compaiono anche uliveti, campi di grano e prati per il pascolo. Le Strade del Vino Cesanese è uno dei territori produttivi più interessanti dell’agroalimentare italiano, un risultato che trova la sua spiegazione anche nell’antica vocazione agricola di questo distretto. Molte sono, infatti, le prelibatezze gastronomiche legate alla manifestazione. Questa zona rientra nell’area di produzione del Pecorino Romano dop, prodotto d’eccellenza a cui se ne affiancano altri di derivazione casearia a base di latte ovino e caprino: il cacio fiore romano, antenato del Pecorino Romano; il primo sale, versione non stagionata del pecorino; il canestrato; saporiti formaggi caprini a pasta morbida; ricotte fresche, distribuite nei mercati locali ancora confezionate nei tipici cestini di vimini intrecciati e ricoperte da foglie di fico. In questa zona, in particolare a Paliano, si produce un ottimo olio extravergine di oliva, ottenuto dalla coltivazione dell’antichissima Cultivar Rosciola, una qualità nobile di oliva da spremitura praticamente quasi estinta nel resto del centro Italia.

 

 

 

Ospiti dell’Azienda Agricola Selva di Paliano, l’evento che avrà inizio alle 11:00 con il volo del Drone Bluegrass della casa Parrot per Agricoltura di Precisione proseguirà con la partecipazione dello chef Luca Minnucci il quale proporrà un instanteat, istante all’italiana. Sceglierà i prodotti dell’azienda con cui preparerà un piatto in 15 minuti.

Lo chef pluri-premiato Luca Minnucci da sempre legato ai sapori e profumi del territorio scoprì la passione per la cucina da giovanissimo durante gli anni in cui frequentava l’istituto alberghiero di Fiuggi (FR). La sua naturale propensione a voler conoscere nuove realtà e nuove tecniche lo ha portato negli anni a conoscere alimenti, preparazioni e tecniche apprese da corsi professionali tenuti da maestri d’eccellenza. Fa esperienze lavorative in vari alberghi e si dedica a corsi di cucina. Dal 1999 a tutt’oggi è insegnante nella scuola alberghiera: prima in quello di Fiuggi e successivamente presso il neo istituto sito nella città di Veroli. Mette inoltre il suo prezioso know-how a disposizione di giovani imprenditori e neo chef in attività di consulenza per le nuove aperture di ristoranti.

 

Articoli correlati