Prestazioni energetiche degli edifici: pubblicate le nuove norme

Giovedì 31 marzo 2016 sono stati pubblicati nuovi capitoli della norma UNI/TS 11300 sulla prestazione energetica degli edifici. Nel dettaglio si tratta della revisione della Parte 4, della Parte 5 e della Parte 6 che rispettivamente riguardano le fonti rinnovabili e altri metodi di generazione, il calcolo dell’energia primaria e della quota da fonti rinnovabili e i fabbisogni energetici di ascensori, scale mobili e marciapiedi mobili.

Inoltre, è stata aggiornata la norma UNI 10349.

Le norme tecniche si applicano a partire da 90 giorni (Ricordiamo che le norme entreranno in vigore dal 29/06/2016) dalla data della loro pubblicazione quindi 90 giorni a partire dal 31 marzo 2016.

TermiPlan-prezzo-subscription

 

Prestazioni energetiche edifici, pubblicate nuove parti della UNI/TS 11300.

Prestazioni energetiche edifici, pubblicate nuove parti della UNI/TS 11300.

Non sai ancora cosa dicono queste nuove norme UNI? Ecco in breve quanto c’è da sapere:

UNI/TS 11300-4: fonti rinnovabili e altri metodi di generazione

Questa parte calcola il fabbisogno di energia per la climatizzazione invernale e per la produzione di acqua calda se ci sono sottosistemi di generazione che forniscono energia termica utile da energie rinnovabili o con metodi di generazione diversi dalla combustione a fiamma di combustibili fossili (UNI/TS 11300-2). Per la produzione di energia termica e/o elettrica si considerano i seguenti sottosistemi:

impianti solari termici;
generatori a combustione alimentati a biomasse;
– pompe di calore;
– impianti fotovoltaici;
– cogeneratori.
– sottostazioni di teleriscaldamento.

 

NI/TS 11300-5: calcolo dell’energia primaria e della quota da fonti rinnovabili

La Parte 5 fornisce metodi di calcolo per determinare, in modo univoco e riproducibile secondo la normativa tecnica citata nei riferimenti normativi: 1) il fabbisogno di energia primaria degli edifici sulla base dell’energia consegnata ed esportata, 2) la quota di energia da fonti rinnovabili.

Vengono inoltre precisazioni e metodi di calcolo che riguardano:
– come valutare l’apporto di energia rinnovabile nel bilancio energetico;
– come valutare l’energia elettrica esportata;
– come definire le modalità di compensazione dei fabbisogni con energia elettrica attraverso energia elettrica prodotta da rinnovabili;
– come valutare l’energia elettrica prodotta da unità cogenerative.

 

UNI/TS 11300-6: fabbisogno energetici di ascensori, scale mobili e marciapiedi mobili

Contiene dati e metodi per determinare il fabbisogno di energia elettrica per il funzionamento di impianti destinati al sollevamento e al trasporto di persone o persone accompagnate da cose in un edificio, sulla base delle caratteristiche dell’edificio e dell’impianto. I metodi di calcolo considerano solo il fabbisogno di energia elettrica nei periodi di movimento e di sosta della fase operativa del ciclo di vita.

 

 

Pubblicata, inoltre, la revisione della UNI 10349:

  • Revisione della UNI 10349-1:2016 che riguarda il riscaldamento e il raffrescamento degli edifici, dati climatici, medie mensili per la valutazione della prestazione termo-energetica dell’edificio e metodi per ripartire l’irradianza solare nella frazione diretta e diffusa e per calcolare l’irradianza solare su di una superficie inclinata
  • Revisione della UNI 10349-1:2016  che concerne il riscaldamento e il raffrescamento degli edifici, dati climatici – Parte 2: Dati di progetto
  • Revisione della UNI 10349-3:2016  che riguarda il riscaldamento e il raffrescamento degli edifici, dati climatici – Parte 3: Differenze di temperatura cumulate (gradi giorno) ed altri indici sintetici

 

Ricordiamo che le norme sono entrate in vigore dal 29/06/2016.

 

Numero Verde per Acquisti e INFO