È stata pubblicata la Direttiva Europea 2018/844 che aggiorna la direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell’edilizia e la direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica. La nuova direttiva introduce novità rilevanti:

  • nuovo indicatore di predisposizione degli edifici all’intelligenza artificiale, come conseguenza del crescente utilizzo della domotica per garantire il confort abitativo;
  • definizione di una strategia e di una tabella di marcia per la ristrutturazione a lungo termine.
  • nuove indicazioni relative agli impianti tecnici per l’edilizia, la mobilità elettrica e l’ispezione degli impianti.

I vari stati membri devono adeguarsi alla nuova direttiva entro il 10 marzo 2020. Il Comitato Tecnico Italiano ha già reso disponibile la nuova Direttiva 2018/844 nella sezione dedicata alla Certificazione Energetica.

Inoltre, il CTI ha avviato l’Inchiesta Pubblica Finale UNI, con scadenza 14 agosto 2018, per la revisione della norma “UNI/TS 11300 Parte 2” – Prestazioni energetiche degli edifici – Determinazione del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti per la climatizzazione invernale, per la produzione di acqua calda sanitaria, per la ventilazione e per l’illuminazione in edifici non residenziali”. La norma UNI 11300-2 è in revisione per:

  • modifiche alla premessa e all’introduzione in accordo con le UNI/TS 11300 uscite nel 2016;
  • resa normativa su risparmio dovuto a contabilizzazione e termoregolazione;
  • aggiunta appendice su recuperatori di calore da docce;
  • Eliminata l’appendice E (Calcolo della prestazione energetica di edifici non dotati di impianto di climatizzazione invernale e/o di produzione di acqua calda sanitaria) poiché superata dal DM 26 giugno 2015.

Scopri come redigere l’Attestato di Prestazione Energetica con TermiPlan, software sempre aggiornato alla normativa vigente.

Articoli correlati