Autore

gianluca

Grande fervore ad Alberobello per la prima edizione di HIGH TECH EDITION 2019, una giornata dedicata alle metodologie di tecnologie innovative applicate all’Agricoltura di precisione, al Rilievo Topografico, al Monitoraggio ambientale e del Territorio, alla Gestione dei Cantieri e alla Rappresentazione di Modelli Architettonici. 

Evento unico nel suo genere che ha visto la partecipazione massiva di aziende e professionisti provenienti non solo dalla Puglia ma anche dalla Basilicata, dalla Calabria e dalla Campania, organizzato in collaborazione con l’Ing. Piero Grimaldi, nell’ambito dell’International Summer School for Photogrammetry e patrocinato dal Collegio dei Geometri di Bari, Potenza, Matera e dall’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Bari, l’incontro ha coinvolto con entusiasmo tutti i partecipanti toccando i diversi aspetti del Rilevo in molteplici campi di applicazione. Focus della giornata sono state le testimonianze di geometri, geologi e agronomi che attraverso la presentazione dei loro casi di studio hanno dato dimostrazione pratica di come la tecnologia sia a supporto del professionista sia per velocizzare i flussi di lavoro sia come volano per nuove opportunità di business.

Tra gli interventi quello del Dott. Ivano Pecorella che ha illustrato la sperimentazione con il Drone portata avanti dal CREA di Foggia nell’ambito del High Tribute Phenotyping per la selezione varietale del grano duro. Nella sezione Agricoltura si è distinto per un elevato grado di coinvolgimento il giovanissimo Dott. Agr. Nicola Giannico che ha evidenziato come il Drone abbia fatto decollare in pochi mesi la sua attività di consulenza su diverse aziende agricole pugliesi. Da Milano, il Dott. Fabrizio Salto, che con la sua azienda PrecisonTurf gestisce i manti erbosi della squadra di calcio AC Milan, ha mostrato i benefici dell’utilizzo del Drone nella gestione del verde per uso sportivo con particolare riferimento al monitoraggio, alla prevenzione delle criticità e alle metodologie di intervento. L’Ing. Marco Limongiello dell’Università degli studi di Salerno e il Dott. Luca Cicala del Centro Italiano Ricerche Aerospaziali hanno apportato il loro contributo accademico nella presentazione dei loro casi di studio con focus sul telerilevamento a distanza, uno per il rilievo di siti archeologici e l’altro per il rilievo combinato attraverso l’integrazione dei satelliti e Droni che nel prossimo futuro sarà una realtà.

I geometri Raffaele Acciardi e Roberto Colangelo hanno “acceso gli animi” nella presentazione dei loro casi di studio concreti su lavori effettuati uno per il rilevo di una fiumara e l’altro per il rilievo super partes di un cantiere nella gestione di un contenzioso tra la ditta appaltatrice dei lavori e l’impresa edile. La presentazione di casi reali vicini alla quotidianità delle attività dei professionisti ha sollevato un interesse senza pari in quanto i partecipanti hanno avuto la possibilità toccare con mano situazioni concrete che vivono in prima persona.

L’Ing. Storelli di BFP e l’Ing. Iannuzzi hanno illustrato tecniche e tecnologie per le ispezioni termografiche con Drone su impianti di pannelli fotovoltaici e di come il flusso di lavoro sia semplice ed immediato grazie alla gestione delle anomalie “hot spot” dal modulo InfraPro in Analist 2020 che genera in maniera automatica il report termografico delle temperature sulle celle geo-localizzate.

Fiore all’occhiello sono stati gli interventi del Business Development Manager per Sud Europa e Africa Settentrionale Parrot Nessim DjebarGiovanni Abate, Key account Manager di Leica Geosystems che hanno magistralmente illustrato rispettivamente i brand Parrot e Leica Geosystems.

Analist Group è riuscita, ancora una volta, a conquistare l’entusiasmo di tutti i partecipanti! Aspettiamo con fervore il prossimo appuntamento con le innovazioni!

Potrebbe interessarti