Nova Agricoltura in Campo 2018

La sede del CREA di Foggia lo scorso 20 luglio 2018 ha ospitato l’evento dedicato alla Tecnologia Innovativa applicata all’Agricoltura di Precisione e all’Agricoltura Conservativa.

Durante i 3 laboratori della giornata, i partecipanti hanno avuto modo di osservare: i Droni per le applicazioni in Agricoltura di Precisione, il riconoscimento delle erbe infestanti e l’IoT (Internet of things) per l’agricoltura del futuro.

Analist Group ha affiancato il CREA-CI di Foggia e il CREA-CI di Treviglio per la realizzazione di una piattaforma aerea mobile in grado di eseguire misure fenotipiche non distruttive, accurate e riproducibili, per una serie di caratteri agronomici. La flotta di Droni che opera per la fenotipizzazione in pieno campo è composta da:

  • Drone Matrice 100, equipaggiato con camera termica DJI Zenmuse XT;
  • Drone Parrot Disco Pro Ag con camera multispettrale Sequoia dotato di un sistema di autocalibrazione delle condizioni di luce;
  • Quadricottero Phantom 4 Pro equipaggiato con una telecamera stabilizzata da 20 megapixel per registrare immagini ad elevata qualità.

Il Dott. Pasquale De Vita di CREA Foggia, durante una sua intervista, ha sottolineato che l’evento Nova Agricoltura in Campo è molto importante, perchè durante l’evento vengono presentate le innovazioni tecnologie per l’Agricoltura di Precisione e per l’Agricoltura conservativa. Inoltre, ha illustrato le innovazioni messe a punto dal CREA Foggia, quali:

  • utilizzo dei Droni per la selezione delle varietà di grano duro. I Droni muniti di videocamera e camera multi spettrale consentono l’acquisizione dei dati, che vengono condivisi nel Cloud e elaborati in informazioni utili sulle colture, in base a questi dati si procede con la selezione delle varietà di grano duro. L’intera operazione richiede 2 ore di lavoro: rapidamente si possono prendere decisioni.
  • prototipo di attrezzatura per l’essiccazione della pasta, alimentata da pannelli fotovoltaici.
  • innovazioni meccaniche per il progetto seminbio, per il controllo delle infestanti nella coltivazione biologica.

L’intervista al Dott. Pasquale De Vita

Nova Agricoltura in Campo 2018 ha ospitato anche noti professionisti, come l’Agronomo Silvano Scioli, che si occupa della difesa e della nutrizione delle colture.

Il Dott. Scioli ha evidenziato quanto è importante la tecnologia per la difesa della coltura, e soprattutto quanto è importante la ricerca di nuove molecole e strumenti per migliorare l’attività e la produzione delle aziende agricole. Altri temi analizzati dall’agronomo sono state le avversità climatiche e i tempi per la produzione che sono cambiati e che continuano a cambiare determinando una tensione maggiore nelle colture. Questi problemi possono essere tempestivamente individuati e corretti con l’utilizzo delle nuove tecnologie. Oggi, la mission è risolvere i problemi patologici e nutrizionali rispettando il terreno e l’ambiente. Infatti, il Dott.Scioli sostiene le colture biologiche.

L’intervista al Dott. Agronomo Silvano Scioli

Articoli correlati