“Rilievo topografico per una valorizzazione pluriscalare dei beni culturali del Castello di Avella”: Intervista alla Prof.ssa D’Aprile del Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale

Continua la collaborazione di Anlist Group con Istituti scolastici e Università nel supporto tecnico-scientifico per l’utilizzo di Soluzioni Drone per applicazioni professionali. Nell’ambito del Rilievo topografico e restauro architettonico del Castello di Avella la Prof.ssa D’Aprile, ideatrice e coordinatrice dei lavori ha sottolineato l’importanza dell’utilizzo delle tecnologie innovative e i benefici che queste apportano a professionisti. Sottolinea come esse siano vantaggiose rispetti alle tecnologie tradizionali per la velocità di acquisizione delle informazioni e per il costo contenuto della tecnologia. Guarda l’intervista completa.

Presenti alla giornata i laureandi del dipartimento di Architettura e Disegno Industriale dell’Università della Campania Luigi Vanvtelli, tra loro Gabriele Todisco, il quale ha voluto fornire la sua impressione sulle attività svolte durante il workshop.

“Un’esperienza del tutto nuova per noi, quella con l’ingegnere Iannuzzi al Castello medievale di Avella. I suoi consigli circa strumenti per il rilievo, come le ortofotogrammetrie col drone o i semplici fotogrammi acquisiti da reflex o smartphone, sono stati molto interessanti. Uno degli svantaggi di uno studente di fronte a un sito del genere può essere talvolta quello di non avere un’adeguata strumentazione. Il drone messo a disposizione dall’Ingegnere ci ha concesso di rilevare ortofoto del castello e delle sue pendici in soli sei minuti di volo. Riguardo la complessità del suo utilizzo, posso dire che è stato come giocare alla play, col telecomando come joystick per scattare un’ortofoto ogni 4 secondi.

Non c’è paragone con i vecchi metodi tradizionali, una post produzione infinita e mesi di lavoro possono essere sostituiti dalla nuova prassi, un software come Pix4D elabora i dati del rilievo in breve tempo, restituendo il modello del sito rilevato.. ovviamente più dati vengono forniti al programma, più le mesh sono accurate, di conseguenza per un rilievo architettonico, ove necessitiamo di piante, prospetti e sezioni è inevitabile una maggiore accuratezza nel rilevamento dati.

Ringrazio le Prof.esse d’Aprile e Piscitelli per l’opportunità concessa e per averci fatto scoprire un sito come quello del Castello Longobardo di Avella con un’esperienza sul campo”.
Gabriele Todisco

 

Visualizza la documentazione completa del Workshop

Articoli correlati