Progettazione BIM: dal 3D al 7D!

Il BIM è oggi un argomento ricorrente in tutto il mondo ma forse non tutti sanno cosa sia effettivamente. Si tratta di un modello di progettazione integrata sempre più diffuso e in alcuni casi le normative dei Paesi ne stabiliscono il modello da seguire. Le direttive della comunità europea indicano chiaramente che la direzione intrapresa è quella del BIM. In Norvegia, Finlandia, Danimarca e Regno Unito l’uso del BIM è già regolamentato dalle leggi nazionali. Anche in Italia si sta introducendo l’obbligatorietà del BIM per la progettazione di opere pubbliche, con la conseguente necessità di aggiornarsi da parte delle Pubbliche Amministrazioni e dei Professionisti del Settore Edilizio, nonché delle Imprese di Costruzione e Manutenzione. Per questo motivo abbiamo messo a punto un sistema di Corsi di Formazione Professionali dedicati al BIM.

Contattaci per saperne di più.

48424_01

Il BIM non è un software ma una metodologia intelligente di progettazione che consente l’aggiunta di specifiche tecniche al modello tridimensionale. Infatti al disegno di oggetti come muri, solai o finestre è possibile associare oltre alle informazioni grafiche (spessore del muro, altezza, ecc), anche informazioni tecniche come la trasmittanza termica, l’isolamento acustico ecc. Questa metodologia di progettazione non si ferma alla sola fase architettonica e strutturale, ma si estende alla fase impiantistica, energetica e gestionale, coprendo l’intero ciclo di vita del “prodotto”. Si passa così da un modello 3D ad un modello 7D contenente informazioni su Tempo (4D), Costi (5D), Energy management (6D) e Facility management (7D).

 

Tra i vantaggi offerti dalla tecnologia BIM:

  • Maggiore efficienza, stabilendo già in ambito progettuale la quantità e il tipo di materiali necessari alla realizzazione dell’opera.
  • Meno errori, grazie alla chiarezza della fase progettuale in ambiente BIM diventa più difficile un’interpretazione errata dei dati.
  • Riduzione dei costi, la pianificazione del progetto riduce gli sprechi e chiarisce sin da subito la destinazione dei fondi stanziati per il progetto.
  • Facilità di condivisione, la trasmissione dei dati tra i vari ambiti operativi è semplificata dagli standard BIM e riduce al minimo i tempi morti.
  • Massimo controllo del progetto, qualsiasi modifica può essere individuata facilmente ed influisce immediatamente su tutto il progetto.

Contattaci per saperne di più.

 

Scopri Revit LT – Il software BIM by Autodesk

Articoli correlati