Ci sono novità per i certificatori energetici. Il regolamento emanato giovedì 27 giugno prevede le categorie professionali abilitate a svolgere l’attività di certificatore energetico. I tecnici abilitati devono possedere uno dei seguenti titoli: laurea in architettura, ingegneria, agraria, scienze forestali, diploma di perito industriale, geometra e perito agrario. Tali professionisti però devono frequentare un corso di formazione della durata minima di 64 ore. Tali corsi devono essere tenuti da Università, Enti di ricerca, Ordini e Collegi professionali, a livello regionale dalle Regioni e Province autonome e da altri soggetti autorizzati dalle Regioni. Sono esenti dal seguire tale corso, i tecnici iscritti ai propri Ordini e Collegi che sono abilitati a progettare edifici e impianti assertivi degli edifici stessi.
Insomma, la norma cerca di porre dei “paletti” sull’operato dei certificatori energetici e promuove la formazione e l’indipendenza dei certificatori energetici.

Articoli correlati

 
2 Comments
  1. Giovanni Bechere

    Sono u n Geometra iscritto all’Albo dei Geometri di Sassari, non ho frequentato nessun corso di 64 ore, ma posso redigere una certificazione energetica APE anche se non ho frequentato il corso? non si capisce bene chi è abilitato o meno.

  2. Supporto Tecnico

    Ciao Giovanni,
    la norma prevede che per i professionisti regolarmente iscritti al proprio collegio professionale che dimostrino di avere competenze nella progettazione di edifici e di impianti asserviti agli edifici, sono abilitati alla redazione di un APE.
    Contattaci pure per ulteriori delucidazioni.
    Buona Giornata

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.