Come ottenere elaborazioni in tempi ridotti con Pix4Dmapper

Impostando opportunamente dei parametri Pix4D offre la possibilità di visualizzare una anteprima della elaborazione in tempi ridotti. Questa modalità consente di ottenere oltre ad una nuvola di punti del modello anche la mesh tridimensionale e la ortofoto senza attendere il ciclo di elaborazione con la risoluzione tipica. Il risultato è utilizzabile anche per produrre, ad esempio, le curve di livello di rilievi anche molto estesi.

initial_processing_h

Fig.1

In questo caso (elaborazione preliminare) una procedura possibile è :

1) Attivare l’opzione Initial Processing.

2) Attivare l’opzione Rapid Check (e di conseguenza si disattiva Full Processing).

3) Disattivare l’opzione Point Cloud Densification e DSM and Orthomosaic Generation.

Questa fase consente di verificare rapidamente (pochi minuti) la qualità della elaborazione e se sono state scartate delle foto durante il processo di elaborazione. Nel caso ci siano delle problematiche rilevanti comparirà una diagnostica che ci consente di capire rapidamente se sono presenti delle problematiche.

Nel caso di voli effettuati con il DJI-Vision2+ è bene ricordare che la velocità di aggiornamento del GPS ha una frequenza di circa 10 secondi. Questo fattore implica che i tag di geolocalizzazione inseriti nei fotogammi siano aggiornati ogni 3-4 fotogrammi.

Per estensioni modeste del volo potrebbe (aree da 30-40 metri di lato) essere necessario eliminare i tag GPS nella elaborazione. Per annullare i tag GPS dai fotogrammi in un progetto esistente potete attivare l’opzione dal menu Project -> Image properties editor. In questo modo abbiamo maggiori possibilità di elaborare con successo specialmente se il volo è stato superiore a 2 metri al secondo.

Fig.2

Fig.2

Cliccando il tasto Clear saranno rimossi i tag GPS dalle foto. Questa procedura può essere attivata anche durante la fase di creazione del progetto, ma occorre ricordare che i tempi di elaborazione si allungheranno considerevolmente. E’ opportuno rimuovere i tag GPS dai fotogrammi per modeste estensioni di rilievo ma è assolutamente sconsigliabile effettuare questa procedura per grandi estensioni. Il vantaggio di avere un velivolo che inserisce tag GPS nei fotogrammi è essenziale per procedere con efficienza nei cicli di lavoro. Per i velivoli equipaggiati con macchine, come la GoPro, non munite dell’opzione di poter acquisire i dati di geolocalizzazione le prestazioni sono considerevolmente diverse da quelle dei velivoli che hanno questa possibilità. Pix4D elabora con efficienza anche sessioni di volo munite di file di log che abbinano il fotogramma alla posizione spaziale acquisita dal GPS di bordo.

Completata la fase 1 possiamo attivare l’opzione Point Cloud Densification non prima di aver cliccato il bottone Options.

Fig.3

Nella finestra di dialogo che compare attiviamo la sezione Point Cloud (la seconda).

Fig.4

Fig.4

Spostiamo la scala dell’immagine da 1/2 (Half image size) a 1/8. Perderemo qualità nella nuvola ma otterremo il risultato di anteprima molto più rapidamente.

Un’altra impostazione per velocizzare è limitare a Low la densità dei punti (Fig.5)

Fig.5

Fig.5

Nel caso non sia necessaria la generazione della mesh 3D in formato OBJ disattiviamo anche l’opzione Generate 3D Textured Mesh.

Fig.6

Fig.6

Quando ativiamo questa opzione consideriamo anche la possibilità di ridurre il numero di triangoli. Di default è impostato a 1’000’000. Se importiamo la mesh in Analist consideriamo la possibilità di ridurre il numero di triangoli a qualche decina di migliaia.

Una volta visualizzati i risultati possiamo ripristinare le modalità di default e far rielaborare.


 

Scarica GRATIS Pix4Dmapper

Scopri Analist Topografia e Catasto

Software Topografia e Catasto

Analist Software Topografia e CatastoSoftware Topografia e Catasto