APE Umbria: nuovi controlli di validazione dal 4 novembre 2019

La Regione Umbria ha annunciato che, a partire dal 4 Novembre 2019, saranno attivi i nuovi controlli di validazione sui dati presenti negli Attestati di Certificazione Energetica (APE) caricati sul portale regionale (ape.regione.umbria.it).

In particolare, i controlli riguarderanno:

Sezione “Dati generali”
Zona climatica: A ogni Comune è associata una precisa zona climatica (in Umbria solo D o E), in base al comune viene stabilita la zona climatica da selezionare.

Sezione “Foto edificio”
• la foto edificio è obbligatoria

Sezione “Servizi energetici presenti”
Climatizzazione invernale: sempre SI
Acqua calda sanitaria: sempre SI per edifici E1(1) e E1(2)
Illuminazione: sempre NO per edifici E1(1), E1(2) e E8
Trasporto persone/cose: sempre NO per edifici E1(1), E1(2), E9

Sezione “Prestazione globale del fabbricato”

Inverno: indicatore della prestazione energetica invernale dell’involucro, al netto dell’efficienza degli impianti presenti.

Estate: indicatore della prestazione energetica estiva dell’involucro, al netto dell’efficienza degli impianti presenti.

Classe energetica: indicazione della classe energetica

Sezione “Prestazione impianti”
Indice della prestazione energetica non rinnovabile: deve coincidere con il campo “valore energetico” della sezione “prestazione globale del fabbricato”
Indice della prestazione energetica rinnovabile: il campo deve essere compilato
Stima quantità annue delle fonti energetiche utilizzate: deve essere verificata la relazione: ∑  (Qi * p.c.i. * fp,tot) / (Su,risc+Su,raffr) <= (Epgln,ren + Epglren)*2,0
dove: Qi è la quantità annua del singolo vettore energetico, fp,tot è il fattore di conversione in energia primaria riferito al vettore energetico e p.c.i. è il potere calorifico inferiore del vettore energetico.

Emissioni CO2 (kg/mq anno): Deve essere verificata la relazione:  (Qi * p.c.i. * f_emiss) / (Su,risc+Su,raffr) <= (Emissioni di CO2)*2,0 con f_emiss letto dalla tabella ENEA.

Sezione “Dati impianti”
Epnren: La somma dei valori di Epnren di tutti gli impianti inseriti deve coincidere con il valore inserito nel campo “valore energetico” della sezione “prestazione globale del fabbricato”, nonché con il valore inserito nel campo “Indice della prestazione energetica non rinnovabile EPgl,nren kWh/m2 anno” della sezione “prestazioni impianti” con una tolleranza dell’1%;
Epnren (di ogni impianto): gli impianti presenti devono essere coerenti con quelli indicati nella sezione “servizi energetici presenti “.

Sezione “Altri dati”
Rapporto S/V: deve coincidere con il rapporto tra i valori inseriti in “Superficie disperdente” e “Volume lordo riscaldato”;
ePglnren riferimento standard: E’ legato alla classe energetica;
Indice Prestazione EP H,nd e Limite dell’indice di prestazione termica utile per riscaldamento: Legati al valore inserito nel campo “inverno (alta, media o bassa)” della sezione “prestazione globale del fabbricato”;
• Rapporto A sol,est / A sup utile e Trasmittanza: Legati al valore inserito nel campo “estate (alta, media o bassa)” della sezione “prestazione globale del fabbricato”;
• Gradi giorno: a ogni comune è indicato un valore preciso di dati giorno, dipendono quindi dal comune selezionato.

Fonte: ape.regione.umbria.it

 

TermiPlan è aggiornato con i nuovi controlli della Regione Umbria e può essere scaricato gratuitamente dalla propria pagina personale (mypage.analistgroup.com) a partire dal 4 Novembre 2019.

Infine si rammenta che il tracciato del file XML, attualmente in vigore in Regione Umbria, è basato sulla versione 12 secondo lo standard XML del CTI (Comitato termotecnico italiano).

 

Soluzione Certificazione Energetica FAQ Certificazione Energetica