Qual è la differenza tra una camera rolling shutter e global shutter?

Nella pianificazione di un volo per agricoltra di precisione la scelta della fotocamera migliore per il tuo progetto diventa essenziale, conoscere pertanto le principali differenze in termini di funzioni e caratteristiche della stessa è fondamentale. Vorremmo iniziare dalla differenza tra rolling shutter e global shutter.

Global Shutter

Alcuni tipi di sensori sono provvisti di un meccanismo elettronico conosciuto come global shutter. In camere che utilizzano un global shutter tutti i pixel che compongono un’immagine vengono catturati nello stesso istante. Ciò significa che l’immagine sarà “congelata” ovvero nitida senza l’effetto mosso o sfocato. Nell’utilizzo della camera con Drone, questa caratteristica assume grande rilevanza in quanto lo scatto avviene in movimento. Maggiore sarà la nitidezza delle foto, maggiore sarà la qualità dell’elaborato finale.

Quando utilizzata con UAV il vantaggio di una camera con global shutter è la possibilità di volare ad una velocità più sostenuta senza il rischio di immagini sfocate e non nitide.

Camera Multispettrale con Global Snap Shutter

Camera Multispettrale con Global Snap Shutter

Scopri il drone Matrice 100 con Camera TETRACAM Global Shutter


 

Rolling Shutter

Con il Rolling Shutter i pixel dell’immagine NON vengono catturati nello stesso istante. Il fotogramma viene composto dall’alto verso il basso catturando i pixel in sequenza impiegando un lasso di tempo. Rispetto al volo con una global shutter quando si vola con una rolling shutter è consigliabile effettuare un volo ad una velocità non eccessivamente sostenuta.

In conclusione durante la fase di acquisizione delle immagini da Drone la camera con global shutter ci permette di volare ad una velocità più elevata.

Quando si vola con drone, bisogna considerare alcuni importanti parametri:

  • Velocità di volo
  • Altitudine di volo
  • Condizioni di Luce
  • Dettaglio che si vuol ottenere (distanza dall’oggetto da rilevare)

Come funziona il Drone Multispettrale?

Vola, genera mappe NDVI e Modelli Digitali del Terreno.

Analist Group fornisce tutte le informazioni necessarie in termini di come scegliere i migliori sensori da utilizzare con Drone per l’applicazione richiesta.
Vola, genera mappe NDVI e DTMs.

  • Vola e acquisisci le immagini (imposta piano di volo e scatti al secondo: poi fa tutto il DRONE).
  • Importale in Pix4Dmapper per ottenere in automatico mappe NDVI, Nuvole di Punti e Modelli Digitali del Terreno (DTM).
  • Importa la Nuvola di Punti Analist 2016 CLOUD ed esegui Profili, Sezioni, Curve di Livello, Calcolo Superfici e tanto altro.
  • Infine anima il tuo Modello tridimensionale con OneRay-RT.
Phantom MAPIR: Soluzione per l'Agricoltura di Precisione per tutti

Phantom MAPIR: Soluzione per l’Agricoltura di Precisione per tutti

 

Phantom MAPIR Soluzione per l’Agricoltura di Precisione 

Drone Multispettrale

Scopri il drone Matrice 100 con Camera TETRACAM Global Shutter


Un altro aspetto importante da considerare è la scelta tra: multi-imager o single-imager

Dato che le camere multispettrali operano in diverse lunghezze d’onda della luce, una camera multispettrale di tipo “single imager” utilizza un filtro di blocco in combinazione con il filtro standard integrato per acquisire informazioni in tre lunghezze d’onda della luce. Dal momento che queste immagini non sono ottimizzate per l’acquisizione da remoto (Drone), i filtri incorporati sono a banda larga e soffrono di contaminazione da bande confinanti. Questa figura mostra un confronto tra i fltri RedEdge™, camera mutispettrale di tipo “multi imager” con filtri ottici a banda stretta e filtri utilizzati da una tipica camera di tipo “single imager”.

La scelta dell’una o dell’altra opzione è strettamente connessa al livello di dettaglio che si vuole raggiungere nell’elaborato finale.

Single imager vs multi imager

Single imager vs multi imager

 

Analist Group è Partner Ufficiale di MicaSenseImmagini e contenuti di MicaSense.

Articoli correlati