Come calcolare le Tabelle Millesimali di un Condominio

Le tabelle millesimali sono lo strumento fondamentale di cui si avvale il condominio per la suddivisione delle spese di gestione delle parti e dei servizi comuni.

Sono sempre allegate al regolamento di condominio e sono presenti anche in caso di mancanza del regolamento. La ripartizione avviene fra i proprietari dei vari appartamenti e in relazione al valore di ciascuno rispetto all’intero edificio. I valori millesimali hanno una duplice valenza:

  • Stabilire le maggioranze per la regolare costituzione dell’assemblea condominiale e la validità delle deliberazioni assunte;
  • Ripartire le spese comuni tra i condòmini.

La redazione delle tabelle millesimali può essere comunque affidata:

  • Al costruttore, che è a conoscenza di tutti gli elementi dello stabile necessari alla corretta compilazione delle stesse;
  • Ad un tecnico, nominato dall’assemblea di condominio;
  • All’amministratore ed ai condòmini, che potranno risalire agli originari prezzi di vendita e determinare la tabella.

Per la redazione delle tabelle millesimali occorre:

  • Un accurato studio dello stabile
  • Effettuare le planimetrie delle varie unità immobiliari
  • Formazione Professionale
  • Procedere all’esame delle caratteristiche qualitative delle unità immobiliari

La fase di raccolta dei dati per ciascuna unità immobiliare comprende la planimetria, le aree utili di ciascun vano, la disposizione dell’unità nel condominio, l’orientamento rispetto ai punti cardinali, ed altre informazioni.

Vediamo come si redigono le tabelle millesimali con il programma Millesimi.

 

Tutto sul Software Millesimi

Potrebbe anche interessarti:

Gestione del condominio con iCube

 

Articoli correlati