Risultati dell’elaborazione a confronto: con e senza GPS

Non hai ancora scelto il Drone più adatto alle tue esigenze professionali? Hai la necessità di fare rilievi di alta precisione? Tra i tanti strumenti disponibili ti risulta difficile capire quale fa al tuo caso? La nostra analisi comparativa sui Droni: Parrot ANAFI Work vs Phantom 4 Pro vs DJI Spark… continua. Questa volta analizziamo i risultati dei rilievi eseguiti da Drone con e senza il GPS topografico, comparando il livello della precisione ottenuta direttamente sulla nuvola di punti.

Rilievo con Drone senza GPS topografico: flusso di Lavoro

Per questo rilievo abbiamo utilizzato i Droni Parrot ANAFI Work vs Phantom 4 Pro vs DJI Spark. Le attività svolte sul campo sono state:

  • Voli singoli con ciascun Drone per l’acquisizione dei fotogrammi
  • Elaborazioni con Pix4Dmapper per la generazione della nuvola di punti
  • Misurazioni direttamente sulla nuvola di punti con Analist Cloud

Il volo: tipologia e tempi

Abbiamo sorvolato un’area periurbana adibita a parco verde con i tre Droni. Abbiamo utilizzato l’APP Pix4Dcapture per la pianificazione del volo automatico per l’ANAFI Work e il Phantom 4 Pro. Il volo del DJI Spark è stato manuale, perché il piano di volo automatico in Pix4Dcapture per questo Drone non è ancora disponibile. Il volo programmato è stato a doppia griglia e di tipo nadiriale, gli scatti sono stati programmati con un overlap dell’80%, e con un’altitudine di volo 60m. Il tempo di volo dei tre Droni è stato:

  • Parrot Anafi Work –  6 min 30 sec
  • DJI Phantom 4 Pro  – 4 min 50 sec
  • DJI Spark – 8 minuti

Elaborazioni in Pix4Dmapper

L’elaborazione dei fotogrammi acquisiti con i tre voli è stata eseguita con Pix4Dmapper. Il progetto elaborato è senza GCP, ossia senza punti di calibrazione a terra. Nell’area periurbana rilevata sono presenti dei dislivelli di quota, pertanto, il risultato ottenuto dalla elaborazione dei fotogrammi può discostarsi dal  modello reale anche di misure significative.

L’area rilevata effettivamente presenta delle differenze di quote superiori a 1/3 dell’altitudine di volo. Pertanto per verificare l’effettiva precisione del modello ottenuto senza GCP, si effettuano dei campioni con il GPS topografico CHC i80 per l’acquisizione precisa delle quote. Per questa attività la scelta è stata per il GPS topografico CHC i80. Tra i tanti GPS disponibili, il CHC i80 si differenzia soprattutto per l’utilizzo con Smartphone e Tablet. Il CHC i80 si aggancia a ben 5 costellazione su 220 canali per una copertura totale in qualunque sito. Sebbene estremamente compatto e leggero, dispone del vano doppia batteria per una maggiore durata. Infine l’i80 ha il vantaggio di poter essere utilizzato sia come base che come rover.

Misurazioni e nuvole di punti a confronto

Le misurazioni effettuate sul campione con il GPS CHC i80 rilevano la quota reale da punto a punto pari a 4,31 metri. Le immagini mostrano la performance operativa dei voli dei tre Droni, nelle medesime condizioni meteo e di luce e vento, sul campione fatto con il CHC i80.

Misura_dislivello_GPS_CHC

L’immagine mostra l’elaborazione del modello in Analist Cloud, software per il rilievo basato su tecnologia Autodesk, da sinistra a destra le sezioni dei modelli ottenuti con i tre voli. La quota ottenuta dal rilievo con Parrot ANAFI Work è quella più vicina alla misurazione reale, infatti si discosta di un solo centimetro.

 

elaborazioni a confronto

 

Articoli correlati