L’organizzazione del cantiere è uno dei temi centrali per un’impresa edile. Le soluzioni che possono essere adottate sono quasi infinite, proviamo a fare un po’ di chiarezza cercando di evitare le pratiche comuni che creano però inefficienza.

Sicuramente sconsigliata è la pratica di registrare tutte le operazioni (bolle, fatture, report di cantiere, etc) all’interno di un unico archivio spinti dalla volontà di impiegare meno tempo. Il dato riepilogativo è naturalmente sempre disponibile ma non si riesce, ad esempio, a ottenere una ripartizione dei costi per categorie di lavorazione.
Il modello di organizzazione del cantiere e della commessa che si intende proporre in questo articolo è basata sui Centri di Costo.

Software Gestione Impresa e cantiere

Software Gestione Impresa e cantiere

Vediamo di cosa di tratta. Un centro di costo, nel linguaggio contabile, è “un’unità operativa definita in funzione di esigenze conoscitive ed operative di una determinazione sistematica dei costi” (V. Coda). Potrebbe sembrare molto difficile invece il concetto è il seguente: consideriamo una commessa composta da singole parti d’opera, il centro di costo è la parte d’opera, dal momento che ad essa sono riconducibili costi specifici. Il seguente esempio mostra in maniera chiara e dettagliata la gestione della commessa per centri di costo.

Supponiamo di voler gestire la commessa “Ristrutturazione Villa Bianchi”, dopo aver sottoscritto un contratto di un ammontare di 1’000’000 di euro. Il seguente elenco mostra la ripartizione della commessa:

Ristrutturazione Villa Bianchi
— A) Sistemazione Parco [€ 300’000]
— B) Rifacimento [€ 700’000]
—-B1) Opere Murarie
—-B2) Facciata
dove A) e B) sono i centri di costo della commessa “Ristrutturazione Villa Bianchi” mentre B1) e B2) rappresentano sotto-centri di costo del centro di costo “Rifacimento”.

Così gestendo la nostra commessa, sarà possibile conoscere lo stato di avanzamento del cantiere e capire eventuali disallineamenti tra l’avanzamento delle lavorazioni previste dal contratto e l’avanzamento delle corrispettive lavorazioni sul cantiere.

Grazie a questo semplice accorgimento quindi, potremo in ogni momento controllare gli utili della nostra impresa apportando i correttivi, se necessari, in tempo reale senza lasciar passare un tempo prezioso che precluderebbe interventi correttivi sul cantiere.

Scopriamo come inserire una nuova commessa in Fatto e come gestirla con i centri di costo. Guarda il Video

Articoli correlati

 
Lascia un commento